E la Mafia giocò d’azzardo…

PALERMO – "Eravamo trattati come se fossimo i padroni del casinò", con queste rivelazioni importanti il collaboratore di giustizia, Francesco Campanella, ex presidente del consiglio comunale di Villabate (Palermo), affiliato alla cosca dei Mandalà, che falsificò la carta di identità a Bernardo Provenzano prima del viaggio a Marsiglia per l'operazione alla prostata, ha reso possibile l'arresto di tredici boss mafiosi. La Dda di Palermo ha infatti scoperto un giro di riciclaggio di denaro proveniente dalle estorsioni e da traffici illeciti nel casinò di Saint Vincent.

I boss mafiosi siciliani sarebbero entrati in rapporto con la casa da gioco fino a diventarne le anime. L'indagine della Dda di Palermo e coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Pignatone e dai sostituti Maurizio De Lucia e Gino Cartosio, si basa su intercettazioni telefoniche e sulle dichiarazioni del collaboratore di giustizia.

Dagli accertamenti svolti, risulta che un gruppo, vicino al boss Nicola Mandalà, già detenuto per mafia e accusato di avere gestito negli ultimi anni la latitanza di Provenzano fra cui anche il viaggio a Marsiglia del padrino, negli ultimi anni avrebbe riciclato denaro sporco nella sala da gioco con la complicità di alcuni dipendenti del casinò che ora sono indagati.

Il collaboratore di giustizia, Francesco Campanella, ha fornito agli inquirenti tutte le notizie sulla frequentazione del casinò di Saint Vincent da parte del boss Nicola Mandalà e sul grado di infiltrazione mafiosa che era riuscito a realizzarvi. Campanella avrebbe indicato nella persona di Michele Maiorana

l%u2019"account" al casinò per il gruppo mafioso. Per Maiorana è scattato l%u2019 arrestato con l'accusa di riciclaggio, con l'aggravante d'aver commesso il fatto al fine di agevolare l'attività di Cosa nostra, avvalendosi delle condizioni previste dall'associazione mafiosa. Maiorana "gestiva tutti quei signori che giocano dalla Sicilia", cosa confermata dalle intercettazioni telefoniche.

Il boss di Villabate disponeva di "carte d'oro", documenti che consentono ai clienti più graditi di avere una serie di agevolazioni (ristorante gratis, suite e altro), ma anche di ottenere delle deroghe non solo alle regole della casa da gioco, perfino alle leggi dello Stato, in particolare quelle in materia di antiriciclaggio.

Il meccanismo era tutto sommato semplice: Mandalà otteneva dall'ufficio del casinò ("grazie ai buoni uffici del compiacente direttore") un fido di 100.000 euro, superiore a quanto le regole della casa da gioco consentirebbero. Il che significa che il boss poteva depositare assegni per lo stesso importo, ricevendone, in cambio, fiches. In caso di vincita avrebbe ritirato i suoi assegni. Invece, raggirando le norme antiriciclaggio, ed elargendo laute mance ai cassieri, il boss convertiva le fiche esclusivamente in contanti.
"In questo modo – sostengono gli inquirenti – Mandalà risultava, formalmente, sempre un giocatore perdente (anche in caso di vittoria, infatti, non avendo ritirato i propri assegni, il risulta aver perso ai tavoli da gioco l'intera somma portata dai titoli) e questo comportava una maggiore provvigione al porteur che lo aveva accreditato, e cioè a Maiorana".

(26 settembre 2006) da www.repubblica.it

E la Mafia giocò d’azzardo…ultima modifica: 2006-09-26T19:42:49+00:00da klone123@v
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “E la Mafia giocò d’azzardo…

  1. Nuovo clan emergente di Adrano tentava di scalzare i vecchi boss. I “neofiti” sono stati tutti arrestati stamattina: l’ex pentito di mafia Giuseppe Pellegriti, 49 anni; Enzo Cavallaro, 34 anni, commerciante di automobili; Nicola Ciaramidaro, 28 anni, carrozziere, che è stato trovato in possesso di una pistola calibro 7.65 di marca “Beretta” con matricola abrasa, di due chili e duecento grammi di hashish e di una Citroen C3 rubata; Alfredo Liotta, 35 anni, commerciante di automobili; Antonino Liotta, 34 anni, pregiudicato, che aveva con sé 300 grammi di hashish e munizioni, mentre in un immobile di sua proprietà è recuperata una moto Yamaha rubata; Vincenzo Mazzone, 37 anni, bracciante agricolo, che era armato di una pistola calibro 7.65 carica; Pietro Dell’Aquila, 40 anni, manovale edile; Alessandro Marchese, 26 anni, commerciante di tendaggi; Angelo Dell’Aquila, 34 anni, manovale edile…
    klone123@virgil io.it
    klone123@v

  2. quello che sta succedendo a napoli sta scuotendo un pò tutti. mi viene in mente la situazione di palermo di qualche anno fa, quando lo Stato si allontanò da noi in maniera nettissima, ma l’ ha sempre fatto. se rimani solo, sei spacciato. se ti abbandonano, sei morto. se lo Stato ti abbandona, c’è chi ne approfitta e ti mette i piedi in testa (e forse anche qualche proiettile di grosso calibro). se si è arrivati a questo ci deve essere un motivo, non è possibile che le cose accadano senza una logica; la realtà è un meccanismo o un sistema, i cui ingranaggi fanno muovere tutto: ogni cosa, ogni fatto, ogni avvenimento è una causa e una conseguenza di qualcos’altro. ce ne sarebbero molte di cose da elencare, che hanno provocato questo “spannung”: leggi ingiuste, indulto, economia allo sfascio, società instabile,etc.. . miliardi di cause e concause che non fanno altro che accrescere il malcontento, ma bisogna vedere verso dove è puntato e dove porterà: a un futuro malavitoso o a un giusto epilogo? tutto dipende dai cittadini giusti. saranno capaci di “illuminare” gli altri? ci sarà modo di coinvolgere tutti a un progetto giusto di legalità? ci sarà modo di cambiare la mente dei giovani, che ormai vagano storditi senza una meta precisa? potremo un giorno vedere i cittadini, incatenati al giogo mafioso, sbattere in faccia ai loro padroni quelle stesse catene che tuttora non li fanno vivere? pensiamo e permettiamo a loro di pensare, solo così si può essere liberi…
    klone123@virgil io.it
    http://blog.ali ce.it/nomafia

  3. Italia, da sempre paese del contrario assoluto, specie in questioni di etica, correttezza, democrazia, concorrenza leale, trasparenza, onesta’ e buongoverno. Specie se cio’ connesso a massoni prepotenti luridi di tipo nazifascista, di tipo neold piduista: per intenderci. Infatti: critichi un porco, un Al Pappone, un Al Scrofone, un mafioso, un camorrista, un sacra corona unentone, un maf….ascista, un nazindranghetaro, un modernazista, un assassin mandante ( Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Virgilio De Giovanni, Corso Bovio, Adamo Bove e tantissimi meno noti altri) come Silvio Berlusconi, anzi, come Silvio Berlusxuxluxkloni, e ti son tutti addosso: moscisti, ronfisti, perdentisti, sbadiglisti Veltruscones in primis, tipo, il per me, massone, king of pizzini, super prezzolato Nicola La Torre, o l’altro maninpastone incappucciato bipartisan satanistone, Pierluigi Mantini o addirittura tipo lo schifosissimo verme steccato via Giuliano Giulianzi Ferra, il massone vicinissimo a tanti mafiosi, il lurido corrottissimo Francesco Costa di http://www.francescocosta.net. Fai incvece da sua ” oratrice non parlante”, tipo Mara Carfagna, the queen of mignottocrazia, o, come prima ancora fatto di certo dalla cosciona, anzi, dalla cosciona..zi Michela Brambilla e divieni “a’mmmministra” o la “sotto il tavolo sottoministraaaaa” della putocracia dei Berluscones. Esempio piu’ pratico: un altro massone, il filo nazistissimo Claudio Giovanardi un po’ di tempo fa’ critico’ pesantemente i politici che sniffano. Come ad esempio, i due che ho appena sopracitato. Il massonissimo pieno di conti in Svizzera, Pierluigi Mantini tira di coca, l’altro incappucciato satanista corrotto come se in un porcile, Nicola La Torre, tira di coca. Il mafioso del Pd, lo schifoso massone e affiliato mafioso Francesco Costa di http://www.francescocosta.net, spaccia la coca. Andiamo ora a destra, anzi ad estrema destra ( come se prima eravamo a centrosinistra: ma dove?): il masso..n..azista verme coi forti e Pinochettianissimo coi deboli, il lecchino del puerco di Arcorleone, Gianfranco Fini, tira di coca, Il mafioso schizzato Gianfranco Micciche’ tira di coca, tutti I fasci e Berlusxuxluxklones, da sempre, tirano di coca. Ad esempio quell’altro massone mega riciclatore di danaro mafioso, Romano La Russa, o l’altro massone porcone traviato sessuale parimenti mega sciacqua danaro criminale Ignazio La Russa ( che ha ereditato questo “guddo jobbo” dal padre malavitosissimo Antonino La Russa, delinquente nazista e maximo sciacquone di danaro mafioso nei 50s 60s e 70s con Salvatore Ligresti, Michele Sindona, e, guarda caso, Luigi Berlusconi e tutta la sua fogna puzzona di Banca Rasini, chiusa infatti, a inizio anni 80, per mega riciclaggio di danaro di Cosa Nostra), super stra pippa da sempre montagne di coca oltre ad essere da decenni un assoluto alcolista. Torniamo comunque all’Hitlerianissimo Claudio Giovanardi che sarebbe contro tutte le droghe. Bravo, massone fascistissimo Claudio Giovanardi, anzi Giovanazi, bravo, de stra verdad. Sapete pero’ chi e’ il suo principale portaborse? Un criminalissimo dell’Emilia Romagna: il Luiferiaco cesso massonicchio delinquentissimo Pier Paolo Pedriali di Rimini, codardissimo satanista super cocainomane affiliato, infatti, ai Casalesi. Un mega cocainomane,ok, c.z.i suoi, ma specialmente uno tra i massimi spacciatori di cocaina tra Pavia e Riccione…….ovviamente, tra una borsa e l’altra da portare al Pinochettianone Claudio Giovanardi, anzi, Claudio Giovanazi stesso. Il porco diabolico e demoniaco sniffone nonche; puisher Pier Paolo Pedriali residente a Rimini ( figlio di altrettanto porco Luciferiaco Dino Pedriali), si spaccia per reporter, ma spaccia quintali di cocaina. Ecco l’Italia attuale: dai tempi dei migliori film di Alberto Sordi, nada e’ cambiato, anzi, col suin…..azista assassino Silvio Berlusconi, meglio dire, Silvio Berlusxuxluxkloni, “in goppa” e’ cambiata la stessa, ma in super peggio, de stra verdad.
    Ancora un paio di storie emblematiche, direi: sapete chi e’ in consiglio Mafiaset Nazistset Assassiniset Mediaset da un paio di anni in qua? Un altro massone, il pedofilo omosessuale satanistissimo Attilio Ventura, ex agente di cambio riciclante vagoni di danaro mafioso per tutti gli anni 70,80, 90. Qs pedofilo vicino alla Ndrangheta, Attilio Ventura, fu beccato in Cambogia, Laos, Singapore e Vietnam ad abusare di ragazzini, e ora e’ in consiglio NaziGelliset CamorraFascistset Mediaset. In Irlanda vi e’ un famoso proverbio ” alla fine tutti i porci si ritrovano sempre nei porcili”. Parlando del nazifascio massone pedofilo Attilio Ventura, e Camorraset Ndrangaset Mediaset, direi che ci siamo. Altra piccola cosa che trovo strabilitante. Vi e’ un sito di una mandante di assassini assoluta, la camorrista, sanguinaria, stra abusante di sex machines, la massona deviata sessuale morosita di http://www.morosita.it, che pe campa’…..che pe’ campa’, che pe’ kampa’, che fa’? Cerca di sedurre via web i migliori antiBerlusconiani della rete, facendo finta di essere innamorata di loro, chiedendo loro indirizzo e numero di telefono, come cosi’ pure numero di targa e tipo di automobile in possesso, per poi mandare propri guappi della Camorra, ad ammazzare qs fieri antiBerlusconiani stessi, o a incendiarli l’auto in questione, o a fargli sparare alle gambe ( come successe con un ragazzo napoletano nel 2003, abbindolato da sta carogna bastarda assassina lurida morosita di http://www.morosita.it e ora ucciso, o reso disabile). E incredibilmente, il tutto continua ad avvenire, senza che nessuno le dica nulla. La porca massona satanistissima, usante mattarelli a fini autoerogenei la zozza fallita morosita di http://www.morosita.it, abusante di sex machines che ha centinaia, per sua stessa ammissione, continua a delinquere, a far ammazzare, ma tutti se ne fregano. Ma che paese e’ diventato quello dei miei avi, Tino Pignatracozza, Gino Pignatracozza, Lino Pignatracozza e Rino Pignatracozza ( in famiglia, da noi, in Argentina, sempre si diceva: nomi simili, famiglia piu’ unita: l’unico ribelle sono io, infatti, Carmelo Pignatracozza, contro le ingiustizie e I soprusi dei potenti quando di tipo assassino e nazimafioso, da siempre y de stra verdad)? Volete sapere chi trama dietro le schifezze di quella latrina mafiosa di morosita, http://www.morosita.it? Quel porco schifoso fascista bastardissimo dentro schifoso naziciarolo killer di Giuliano Giulianazi Ferrara, ossia uno che paga tre volte alla settimana, gigolo’ albanesi, turchi o balcanici in genere, per vedere gli stessi penetrare sessualmente la propria specie di neobattona Anselma Dell’Olio. Perche’ qs? Perche’ il puzzone rattone di fogna complottardissimo assassin mandante corrotto merd.ne puzzone Giuliano Giulianazi Ferrara, gia’ omosessuale, poi maniaco pedopornografico, quindi masturbatore compulsivo, e’ ora impotente da decine di anni, spera che vedere quella strega cessa di sua moglie scorfano nuda, Anselma Dell’Olio penetrata sessualmente da tre o quattro giglo’ turchi, possa sistemare detti suoi propri problemi di impotenza, come ovviamente, mai avviene. Per finire: sapete chi e’ l’amante gay di Giulio Tremonti? Il marchettaro fascistissimo omosessuale Marco Brotto di Centrosim, sposato con una ex attice porno e prostituta veneta di night clubs ( fatta passare ovviamente per “solita ballerina”), e che lavora ora in una sim ( societa’ di internediazione mobiliare), la fascistissima Centrosim, nota, non per niente, a tutto il mondo, come Centronazistsim ( guidata da un porco ciapastecche a valanga, un vero e proprio pappone prezzolatissimo; manco egli fosse il nuovo pappone “Valerio Bitetto” della Borsa di Milano, l’acchiappatangenti, el puerco super corrotto Michele Calzolari di Centrosim/Centrofascistsim stessa), e posto in detto covo di padanazisti dal suo protettore omosessuale citato in questione: Giulio Tremonti. Marco Brotto di Centrosim e’ un praticamentre un prostituto omosessuale, un viscido calcolatore, gay alla bisogna ( un po’ come quello che andava con Jorg Haider), ex naziskin ( che ha pure assassinato un senza tetto in un occasione, per sua stessa ammissione e, incredibimente, anzi, direi, mostruosamente, vanto ) e che da’ il suo sfondato di dietro a Giulio Tremonti, che si fa’ fottere da Giulio Tremonti, per poter fottere a scrocco uno stipendio e bonus. Tutti sanno di cio’, in Borsa, a Milano, ma tutti se ne stra fregano, per non rischiare di cadere nelle assassine, distruggi vita, distruggi tutto, nazistissime liste di proscrizione Berlusxuxluxkloniane. Storie obriobriose di qs Italiicchia mafiosa e nazifascista Berlusconazi attuale, che vede infatti il btp crollare sempre piu’ di fronte al bund tedesco ( a parte qualche reazione teleguidata da banche fascistissime internazionali tipo Morgan Stanley o Hsbc, su richiesta di Banca Nadrangolanum Camorranum Riciclanum Sciacquolanum Sindonanum MafiaColombianum Mediolanum dei corruttori porci mega riciclatori di danaro assassino, Massimo Doris, Edoardo Lombardi, Paolo Sciume’ y Ennio Doris), e che fa’ quindi schifo a investitori istituzionali finanziari in maniera sempre crescente, e che sembra essere destinata a divenire, quindi, sempre piu’, una palude neo Pinochettiana piduistica, vomitevole. Obama Barack, pls save this world, and especially, the nation of my skin, bones and blood: Italy. Let’s do it, pls, even though Silvio Berlusxuxluxkloni called you “suntanned”, meaning, but not ( cowardly) really saying it: ” dir.y bas.ard negro”. Obama Barack, I supported you all the way, since your name and photos, first, appeared, two years ago. All the way on internet, in Argentina, Italy and Us, till your fights with Hillary Clinton ( and the bast.rd mafascist Berluscones wanted her to win and not you, since you were too brown for their bastard Berlusxuxluxklones tastes). Obama Barack, I really feel you’re making a great job at the moment ( not more russian missiles close to Poland, for example; more dialogue with the Muslim another example; not more secrets covered by the Cia neo nazist like Bob Seldon Lady or Jeff Casteli, actually Jeffascist Castelli: third example ) to not talk to the heavily corrupted nazifascio stinky rat Gianni Castellaneta, but let’s do much more now, pls. Let’s destroy completely, Silvio Berlusxuxluxkloni, poltically and on the business side, or Italy will die, and Italy is the nation where my roots come from: Carmelo Pignatracozza from Rosario Argentina, but my relatives Tino, Gino, Lino, Rino Pignatracozza came from Pozzuoli, Naples area, I hope you wd understand. Pls, Obama, I believe a lot in you, a lot, since first I saw you, I cried with all thoose fantastic people of Chicago the night you got elect to save this world by the idiot nazifascismodern disasters of Bush junior: junior really in everything. And pls, take care as well of this bastard killng fascist mason too: the super Xuxluxklanist, extremely corrupted, the big abuser of financial markets, the trader ahead, the mafioso stinky rat Daniel Hegglin of Morgan Stanley Hong Kong. This is a dirtily nazifascist guy, a bast.rd super racist that is heavily conspiring you ( he’s part of a Xuxluxklanist Lodge in Georgia, in Atlanta and when you won, he said, “we must get Obama Barack ki..ed”), pls, be careful to this ditry stinky name: nazist pig, the extreme abuser of financial markets, the superextreme trader ahead via his personal swiss ( he is a fascist swiss too) accounts, the megacorrupted pig Daniel Hegglin of Morgan Stanley Hong Kong, even called as if the new dirty Augusto Pinochet of the international finance. Give me a feed back, if you like, too.
    Carmelo Pignatracozza de Rosario Argentina
    Gruppo di emigranti italiani
    “Italia iamm bell”
    Democrats, de verdad
    E mail for you or for whoever wants to join us in the campaign ” let’s save Italy and let’s destroy the mafioso nazifascist Silvio Berlusxuxluxkloni”: disarticoladorpiopompinaros@rocketmail.com

Lascia un commento